venerdì 27 maggio 2016

Progetto: "Mosaico a scuola"





Il Laboratorio artistico, che è stato realizzato in orario extra scolastico, ha promosso la conoscenza approfondita e la pratica di una tecnica artistica manuale, in genere poco utilizzata, come il mosaico.
La parte pratica è stata preceduta da un impianto progettuale.
Tutte le fasi della lavorazione sono state riprese con filmati e foto che hanno permesso di creare una sorta di documentario del lavoro svolto.
Il progetto ha permesso di sperimentare la tecnica musiva e di conoscere l’opera e lo stile di un artista come Klimt e la sua personale interpretazione del tema affrontato: l’albero della vita.







"L'albero della vita_omaggio a Klimt" 2015/2016

Il nostro albero della vita a mosaico vuole essere un omaggio a quello creato dal grande Gustav Klimt per Palazzo Stoclet.


Nel 1905 il ricco industriale Adolphe Stoclet chiese a Klimt di realizzare un fregio per decorare la sala da pranzo della sua residenza a Bruxelles.





Klimt realizzò nove disegni preparatori per il fregio, oggi conservati a Vienna al Museo delle Arti Applicate (il MAK).






I due mosaici, lunghi sette metri, realizzati da artigiani del posto su precise indicazioni dell’artista, occupano le pareti lunghe della sala da pranzo di Palazzo Stoclet.



Per il lato corto Klimt progettò un soggetto astratto, puramente ornamentale.
  






L’opera è scandita da tre momenti diversi: L’Attesa, l’albero della vita e Il Compimento.


Sulla sinistra vi è L’Attesa, che assume la forma di una danzatrice egizia, con il volto posto di profilo e gli occhi dal taglio allungato.
La donna sta aspettando il suo amato, circondata dai rami dorati dell’Albero.

A destra Il Compimento, simboleggiato da una coppia, preludio del famoso Bacio.
Lui, di spalle, con un suntuoso mantello, avvolge la sua amata in un sensuale e tenero abbraccio.



L’albero della vita, al centro, con le sue spirali e le ricche decorazioni, invade tutto lo spazio, rappresentando il ciclo delle stagioni e quello della vita.

I falchi, appoggiati su alcuni rami, sono simbolo di morte, ma la loro figura è piccola e sovrastata dalla rigogliosità dell’albero.


La ricchezza dei decori, la preziosità dei materiali, l’eleganza delle figure sono i segni caratteristici di questo grande artista, esponente principale della Secessione Viennese e di quello stile, sviluppatosi in Europa verso la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, che prende il nome di Art Nouveau.















Le fasi della realizzazione.

Per prima cosa abbiamo realizzato il disegno.


Partendo da una foto del dipinto di Klimt abbiamo fatto l’ingrandimento in scala utilizzando la griglia quadrettata.








Il disegno su carta è stato poi trasferito sulla tavola di legno, supporto del nostro mosaico.




























I più forzuti hanno iniziato 
a tagliare le tessere in vetro 
con apposite tenaglie.













Abbiamo così iniziato ad attaccare le tessere sul supporto in legno con lo stucco per piastrelle, seguendo il disegno e facendo attenzione ai colori ed alle sfumature.











Terminata la parte più faticosa abbiamo pulito le tessere con acqua, raschiette e spazzolini, eliminando i residui di stucco che le avevano in parte ricoperte.










Tutte le fasi della lavorazione sono state documentate con foto e filmati che Jole Pallocchini, la nostra regista, ha utilizzato per creare questo bellissimo video.






“L’albero della vita_omaggio a Klimt” 2016
mosaico a tessere vitree su supporto in legno, cm 120x100




Anche quest’anno l’impresa è riuscita e noi, come sempre, ci siamo divertiti!



3A





 3B



3C






https://giallorossoblu.blogspot.it/














Nessun commento:

Posta un commento